CID: Crediti di Imposta Digitali per far Ripartire l’Italia dopo il Coronavirus

In questi giorni siamo completamente concentrati su un unico argomento il Covid-19. Il virus pandemico che ha fermato tutto e tutti nel mondo tranne i mercati finanziari, che continuano ad operare senza sosta.

Questo post è una riflessione su cosa succederà quando questo incubo collettivo finirà, e come reagire economicamente come nazione.

Il virus ha messo in luce e ombra le politiche di ordine civile e di organizzazione sanitaria di intere nazioni, leader nazionali e leader regionali, tutti indubbiamente hanno cercato di affrontare l’emergenza , alcuni ci sono riusciti altri hanno palesemente dimostrato la loro incapacità politica.

Image for post
Image for post
Il corona virus ha fermato l’Italia e il mondo

L’Italia che notoriamente nei momenti del bisogno da il meglio di se, ha gestito l’emergenza a mio personale parere nel miglior modo possible. Considerando le circostanze, la voglia di reagire, la tenacia, la compassione la creatività per risolvere problemi irrisolvibili, per una volta mi hanno reso orgoglioso di vivere in Italia e non negli Stati Uniti o nel Regno Unito.

Se il governo riuscirà a mantenere tutti i pezzi dell’economia in animazione sospesa durante questa cridi, allora dopo potremo rianimare l’economia una volta che la minaccia del virus sarà stata affrontata e uscire dalla recessione.

La gente durante l’epidemia si è accorta che si può vivere senza consumare in maniera ossessiva, e questo a mio avviso porterà ad un forte cambiamento nelle abitudini di acquisto dei consumatori.

Le recessioni spesso derivano da una spirale negativa dell’attività economica. uno shock esterno porta i consumatori a spendere meno soldi, facendo sì che le imprese abbiano meno entrate e quindi vadano i crisi di liquidità.

Sospetto che la liquidità sarà il problema più importante dell’era post-coronavirus. Le aziende, inizieranno a non pagare le altre aziende, o dilazioneranno ulteriormente i pagamenti. La mancanza di liquidità contagia come un virus la salute delle imprese.

Come risolvere il problema della liquidità?

La nostra idea è di creare dei titoli di credito di imposta digitali. In breve vorremmo che lo stato emettesse un “Token” o una cryptovaluta chiamata CID che, se emessa in sufficiente quantità potrebbe diventare un sistema di pagamento alternativo rispetto a quello effettuato con le attuali banconote. Il vantaggio dei CID è che la loro creazione e diffusione sarebbe totalmente controllata dallo Stato Italiano senza dover quindi rischiare di essere bloccata dalla Banca Centrale Europea .

Questa Criptovaluta/token avrebbe una fondamentale funzione di rilancio dell’economia nell Italia post CoronaVirus.

I CID non saranno una moneta parallela perché i trattati europei impediscono la stampa di banconote diverse da quelle in Euro e avere due monete diverse con differenti tassi di cambio in circolazione contemporanea sarebbe disastroso. I redditi rischierebbero di essere nella moneta di minor valore mentre i debiti resterebbero in Euro. L’aspetto sostanziale del CID è simile ad una tessera di ricarica telefonica da 25€ ma in realtà rappresenta un pezzettino di debito pubblico ed è un credito per il cittadino che lo possiederà. I CID verrebbero assegnati senza formalità su base volontaria a tutti i creditori dello Stato e rappresenterebbero 60 miliardi di liquidità aggiuntiva da immettere nell’economia , equivalenti a quasi due manovre di bilancio.

Domande frequenti sui CID

Cosa Sono i CID ?

Sono una criptovaluta/Token che lo stato può emettere su Commercio.network. Il numero di CID sarà certificato e una volta emessi non sarà possibile la creazione di ulteriori. Non avranno inflazione!

Quanto valgono i CID?

Ci saranno tre tagli di emissione: 25€ bronze , 250€ silver e 2500€ gold e saranno totalmente elettronici come i Bitcoin e potranno essere trasferiti scaricando app gratuite chiamate digital wallets spendendo solo €0,01 a transazione, quindi meno di un bonifico bancario.

Cosa può fare un’azienda con i CID?

  • Può riceverli come pagamento istantaneo per i crediti che attendeva dalla PA
  • Può pagare qualisasi altro suo intelocutore aziendale che volontariamente li accetti
  • Può pagare le tasse. Chiunque li possiede può utilizzarli senza limitazioni per pagare qualsiasi debito verso lo stato. Lo stato Italiano DEVE impegnarsi e accettarli per i versamenti tributari F24 (es. IVA, IRAP e qualisasi altro tributo) per garantire l’assoluta solvibilità di questo token.

Dove possimo emettere questi CID?

La piattaforma ideale per emettere i CID è Commercio.network: Commercio è un Consorzio formato da divers aziende che hanno creato una vera e propria Blockchain decentralizzata e non una“Blockchain” privata stile DLT. Commercio permette alle aziende di scambiarsi documenti, ma dalla ultime versioni permette a chiunque di emettere un propio token in piena autonomia finanziaria. Un token può essere emesso da una azienda come fosse un voucher per i propri servizi, oppure da uno Stato sovrano per gli scopi che abbiamo descritto in questo documento. I vantaggi della nostra blockchain sono la Velocità (7 secondi per blocco), la Scalabilità (fino a 10K trasazioni per secondo) e il Costo ( flat a €0,01 per transazione) queste caratterisiche fanno di commercio.network la piattaforma ideale per emettere CID.

Chi ha creato Commercio network?

Commercio.network e stata creata da un gruppo di 25 imprenditori ed è nata per scambiare documenti commerciali fra aziende. E’ una blockchain federata, aperta a 250 milioni di aziende nel mondo. La sicurezza della blockchain è garantita da un gruppo massimo di 100 “Notai Digitali” chiamati Nodi Validatori. I nodi validatori sono aziende private europee che gesticono in modo autonomo dei server che firmano e certificano tutte le singole trasazioni della blockchain. Il network di Commercio non fa uso di energia in modo spropositato come Bitcoin o Ethereum, ma utilizza un protocollo a bassisimo impatto ambientale chiamato Proof of Stake.

La nostra Proposta

Vogliamo proporre allo Stato Italiano di creare i CID sul nostro network, perché, l’obiettivo è quello di uscire dalla crisi post coronavirus,immettendo nell’economia Italiana una grande quantità di liquidità pagando i circa 60 miliardi di debito che la Pubblica Amministrazione ha nei confronti dei fornitori. Poichè i crediti sono delle aziende pensiamo che sia giusto farlo tramite una Blockchain federata delle aziende. Abbiamo creato un consorzio ad hoc e una rete di aziende certificate che si scambiano documenti, firme eletroniche grazie ad un sistema di identità di terza generazione (Self-Sovereign-Identity) Commercio è una rete nata dagli imprenditori per gli imprenditori. Non vogliamo il copyright sull’idea del CID … però vi chiediamo di non rubarci l’idea e di svilupparla su un’altra “blockchain/DLT” fatta dalle solite multinazionali … ma di offrirlo al nostro network di aziende fidate.

CEO/founder of https://commerc.io Interested primarily on Saas software marketing, Blockchain technology, startups & entrepreneurship topics.

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store